Vendita e acquisto di macchinari industriali

dove vendere macchinari

Informazioni generali su come acquistare e su dove vendere macchinari

Un imprenditore che desideri rinnovare il parco macchine della propria azienda, magari per un improvvisa necessità di aumentare la quota di produzione o per sostituire un qualche strumento difettoso, a chi si deve rivolgere? In realtà può orientarsi verso diverse soluzioni, soprattutto tenendo conto degli enormi passi in avanti compiuti nell’ambito della tecnologia in questi ultimi anni. Le opzioni, per chi necessita di entrare in possesso di macchinari usati, spaziano infatti dai rivenditori di nuove attrezzature a quelli specializzati nel campo dell’usato, dai negozi fisici a quelli virtuali, senza dimenticare ovviamente le aste giudiziarie. Ecco che quindi si possono vendere e acquistare i macchinari usati tramite uno di questi canali, ciascuno caratterizzato da specifici vantaggi e svantaggi. Con il ricavato si può ad esempio pensare ad acquistarne di nuovi. È bene perciò che un imprenditore intenzionato a compiere tali manovre si informi sui seguenti punti:

  • Dove vendere macchinari usati?
  • Internet e la compravendita di macchinari per l’industria
  • Quali caratteristiche deve presentare un macchinario per poter essere venduto?
  • So tutto sul contratto di vendita dei macchinari usati?

Tenendo conto di tutto ciò appare chiaro come lo scenario attuale sia assai diverso rispetto al passato, quando l’imprenditore doveva dedicarsi ad un’estenuante ricerca tra negozi, aste fallimentari in loco e passaparola, prima di trovare il macchinario perfetto. Questo poi spesso si presentava anche senza nessuna forma di garanzia, utile in caso di malfunzionamenti successivi all’acquisto.

Come e dove vendere macchinari usati

Se un imprenditore si dovesse chiedere in che modo vendere i propri macchinari industriali usati è bene che sappia che anche i rivenditori di nuove strumentazioni possono trattare l’usato, magari facendo da tramite tra clienti o prendendo in consegna macchinari che necessitano di una messa a punto. Ecco che quindi, sia che si voglia acquistare o che si abbia necessità di capire dove vendere macchinari, ci si può rivolgere a questi professionisti. L’alternativa è quella del mercato dell’usato vero e proprio, che si articola tramite il passaparola e i quotidiani, ma anche per mezzo di siti specializzati. Su questi portali sono presenti descrizioni approfondite degli oggetti in vendita, foto e prezzi, con schede semplici e rapide da consultare.

Se invece il bisogno è quello di acquistare, si può puntare anche sulle aste giudiziarie. Queste non sono altro che gare mediate dal tribunale di competenza, il quale si fa carico di vendere macchinari sequestrati alle aziende insolventi al fine di accumulare abbastanza liquidità per saldare i rispettivi creditori. Se l’intenzione è quella di concludere un affare, le aste giudiziarie sono quindi un’ottima scelta, soprattutto in ottica risparmio. La tecnologia ha poi risolto il grande limite di questo genere di operazioni, poiché tramite la rete è possibile seguire un’asta anche a grande distanza, semplicemente grazie all’utilizzo di un PC o uno smartphone. Ecco che quindi si ha la possibilità di aggiudicarsi un macchinario usato in vendita a Roma, pur trovandosi di fatto a Vicenza, o se ne possono mettere in vendita alcuni trovando acquirenti sparsi ad esempio nell’intera Europa. Il tutto in modo semplice, sicuro ed immediato, naturalmente l’importante è affidarsi a professionisti del settore che sappiano gestire al meglio ogni fase della compravendita.

Internet, vera miniera d’oro di macchinari per l’industria usati

L’idea è quella di affidarsi alla rete per vendere o acquistare macchinari? È probabilmente la scelta giusta per una serie di motivi. Innanzitutto il Web garantisce un bacino d’utenti praticamente infinito, sia per gli acquirenti che per i venditori. Ecco che appoggiandosi ai siti specializzati è molto facile inserire un annuncio, il più delle volte in maniera gratuita, accompagnarlo ad una descrizione e provare a vendere, così come appare semplice ricercare uno o più macchinari da comperare per la propria azienda in pochi clic.

Altro vantaggio della rete è che, tramite strumenti appositi, è possibile comparare le offerte presenti, richiedere assistenza e raggiungere qualunque persona implicata nella vendita in una manciata di secondi, senza dimenticare che le vetrine virtuali sono sempre aperte! Ecco che a fine giornata, magari prima di andare a dormire, ci si potrà quindi dedicare alla ricerca del macchinario dei sogni senza togliere tempo al proprio lavoro o alla propria famiglia, semplicemente utilizzando un comune device elettronico.

Che caratteristiche deve avere un macchinario per poter essere venduto?

Il mercato dei macchinari industriali è molto vasto e abbraccia tante tipologie di realtà produttive. Esistono macchine in grado di lavorare la plastica, strumenti pensati per l’imballaggio, macchinari con funzione di utensili o capaci di lavorare la lamiera e altri solidissimi materiali come fossero burro. Si parla di attività delicate e che in molti casi necessitano di assoluta precisione e di garanzie per quanto riguarda la sicurezza di chi le utilizza, appare ovvio perciò che al momento della vendita tutti i macchinari debbano trovarsi in condizioni ottimali di funzionamento. Questi strumenti, anche se usati, sono dotati spesso di garanzia, magari di durata più breve rispetto a quella associata ad un macchinario nuovo, ma tuttavia presente.

Cos’altro caratterizza questo tipo di vendita? In particolar modo il prezzo, che deve apparire notevolmente più basso rispetto a quello di una strumentazione nuova di zecca, al fine di rappresentare un’occasione appetibile per l’acquirente che, in caso contrario, rivolgerebbe le proprie attenzioni al catalogo del “nuovo”. L’utente deve poi poter contare sull’affiancamento costante di esperti del settore che sappiano dare consigli e garanzie in merito all’intero processo d’acquisto, il quale deve essere, per suo conto, il più semplice e rapido possibile.

Come impostare contratto di vendita macchinario usato

Come una qualsiasi attività di compravendita anche l’acquisto di macchinari usati necessita di un regolare contratto, la cui impostazione si basa su modelli perlopiù standardizzati. Ciò che non può mancare è ovviamente il nome dell’impresa, o del singolo, che veste i panni del venditore e quello di chi invece andrà ad acquisire il bene. A seguire deve essere indicato il tipo di macchinario e il numero di oggetti che faranno parte della vendita, la matricola, il nome della ditta costruttrice, così come deve essere presente il prezzo del bene e la scadenza relativa al pagamento dello stesso. Per quanto riguarda i macchinari usati c’è poi da inserire, seguendo le direttive del D.Lgs 81/2008 (art.72), l’attestazione di conformità del macchinario, la quale risulta sotto diretta responsabilità del soggetto che vende il bene. In rete sono presenti numerosi esempi di contratti destinati alla vendita di macchinari industriali usati, ma ogni rivenditore tende a personalizzare il proprio.